Forte Fitness

Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 13/06/2019

Quel maledetto grasso localizzato, come posso eliminarlo?


Il mondo del fitness è pieno di mode di ogni tipo e teorie senza alcun fondamento scientifico.

Uno degli argomenti più discussi in rete e menzionato in diversi articoli e libri è quello del dimagrimento localizzato (in inglese “spot reduction”).

Tutti noi abbiamo dei punti in cui tendiamo ad accumulare più grasso rispetto al resto del corpo e sarebbe bello poterlo eliminare per sempre semplicemente attraverso piccoli stratagemmi.

Siamo costantemente alla ricerca della “scorciatoia perfetta”,
promotrice di un marketing ingannevole, che si pone come obbiettivo primario quello di scuotere l’aspetto psicologico del consumatore, ritrovandoci sempre più proiettati verso l’acquisto di intrugli chimici e attrezzature magiche che operano una mistificazione della realtà.  

È allora lecito chiedersi se il dimagrimento localizzato sia l’ennesima bufala o abbia di base evidenze scientifiche.

Cerchiamo di capirlo insieme.

Grasso ai fianchi




La teoria del dimagrimento localizzato si basa sull’assunto che se si esercitano i muscoli in una zona del corpo in cui è immagazzinato del grasso, i muscoli “bruceranno” quel grasso in modo specifico per ricavarne energia. Quindi secondo questa teoria basterebbe fare centinaia di crunch per gli addominali per far scomparire magicamente la tanto odiata “pancetta” e magicamente si è trovato la soluzione a tutti i propri problemi. Magari fosse così semplice…

Una delle ricerche più datate, ma anche una delle più note, risale al 1984 e fu condotta da Katch.

Nello studio in questione venne valutato l’effetto di un programma di allenamento di 27 giorni in cui i soggetti che presero parte allo studio eseguivano il sit up, un esercizio per allenare la parete addominale, per verificarne l’efficacia o meno nel ridurre l’adiposità nella zona addominale.

Venne valutata ovviamente la riduzione percentuale dell’adiposità anche in altre zone del corpo, quali zona sottoscapolare e zona glutea. Al termine dello studio si verificò una riduzione del grasso corporeo ma non fu riscontrata alcuna differenza tra le varie zone prese in esame, quindi non si ebbe nessun dimagrimento localizzato esclusivamente a livello addominale.



Un altro studio che prese in considerazione l’argomento risale al 1994 e fu condotto da Dussini et al. Secondo gli autori per stimolare i muscoli ad utilizzare ai fini energetici il grasso sottocutaneo che si vuole eliminare non è sufficiente un unico esercizio. Sarebbe infatti più appropriato inserire esercizi per la zona interessata all’interno di un circuito con macchine aerobiche per favorire un assottigliamento più efficiente della plica cutanea in tale zona.

Quindi anche se il dimagrimento è un fenomeno generalizzato, è possibile comunque incrementare in modo percentuale una riduzione del grasso in modo zonale utilizzando determinati esercizi. In base alle zone del corpo in cui si manifesti maggiormente l’interesse di ridurre lo strato adiposo si dovranno scegliere gli esercizi più appropriati. Questa tipologia di allenamento venne denominata dagli autori Spot Reduction.

Negli anni sono stati condotti altri studi da parte dei ricercatori, che hanno portato a conclusioni non molto positive sull’argomento, negando quindi l’esistenza di una effettiva perdita localizzata del grasso corporeo o almeno si tratterebbe di un fenomeno di entità minima; alcune osservazioni hanno riportato, paradossalmente, una riduzione del grasso nelle parti corporee non allenate durante il protocollo.



Da tutto questo si evince che il corpo non seleziona in modo specifico dove vuole dimagrire, ma tenderà sempre a ridurre tutto il grasso che ha a disposizione in maniera generale. Tuttavia è vero anche evidenziare il fatto che ci sono punti più resistenti in cui la perdita di grasso corporeo risulta essere più ostinata e richiede maggior tempo e lavoro per un problema essenzialmente recettoriale (approfondirò l’argomento magari in un successivo articolo) ma per adesso basti sapere che ciò che conta in primis, in ottica di dimagrimento, è il deficit calorico indotto dalla dieta. Se non si è in deficit non si potrà mai dimagrire.

Seguendo una dieta ipocalorica ben bilanciata associata alla giusta quantità di esercizio fisico e dormendo a sufficienza per 7-8 ore a notte, si potrà perdere il grasso in eccesso e tonificare il proprio corpo, modificando nel tempo la propria composizione corporea.






Bibliografia

Bente Stallknecht, Flemming Dela, and Jorn Wulff Helge, Are blood flow and lipolysis in subcutaneus adipose tissue influenced by contraction in adjacent muscle in humans?, Am J Physiol Endocrinol Metab 292: E394-E399, 2007.
Katch Frank, Clarkson Priscilla, Kroll Walter, McBride Thomas, Wilcox Anthony, Effects of Sit up Exercise Training on Adipose Cell Size and Adiposity, Research Quarterly for Exercise and Sport, Volume 55, N°3, 242-247, 1984.
Paoli Antonio, Neri Marco, Bianco Antonio, Principi di metodologia del fitness, Elika, 2013.
Rodrigo Ramirez-Campillo, David C. Andrade, Christian Campos-Jara, Carlos Henriquez-Olguin, Christian Alvarez-Lepin, and Mikel Izquierdo, Regional Fat Change Induced by Localized Muscle Endurance Resistance Training, Journal of Strength and Conditioning Research, 27(8), 2219-2224, 2013.




Vincenzo Cozzolino
-
Personal Trainer
& Preparatore Atletico FIF



Torna Indietro Torna Indietro

I nostri contatti


Non esitare a scriverci per avere subito una consulenza con lo screen completo del tuo corpo e capire finalmente quali errori DEVI evitare per raggiungere i tuoi obiettivi

Studio Forte Fitness - Sandro Roberto

 Telefono: +39.349.7705095
 Mobile: +39.349.7705095
 eMail: info@fortefitness.it
 Facebook: SandroRobertoPT
 Instagram: SandroRobertoPT
 YouTube: TrainerSandroRoberto
 Messenger: SandroRobertoPT

Seguimi su Facebook


Newsletter



Iscriviti alla Newsletter:
(eMail o SMS)
Iscrivimi
Cancellami

Non Facciamo Spam, Non Facciamo Pubblicità, Non Vendiamo i Tuoi Dati!
Torna SU
X

PRINCIPIO NUMERO#1


Inserisci i tuoi dati per ricevere in eMail IL PRINCIPIO PER AUMENTARE LE PERFORMANCE FISICHE E MENTALI MENTRE DORMI.

Nominativo(*):
Data di Nascita(*):
eMail(*):
Accetto(*): Informativa Privacy.